Quando si vuole dire ‘sì’ in italiano, a volte semplicemente non basta.

Va bene il ‘sì’, ma che dire di quando davvero, davvero significa davvero?

C’è una parola che puoi usare per enfatizzare il tuo “sì” senza ricorrere alla pompa dei pugni.

Abbiamo già visto che senz’altro significa ‘sicuramente’ – il tipo di ‘sì’ che si dà quando si è assolutamente sicuri. Volentieri, d’altra parte, significa ‘volentieri’ – il tipo di ‘sì’ che si dice quando si è felici di farlo.

– Mi puoi dare una mano?
– Volentieri.

– Puoi darmi una mano?
– Ne sarei felice.

– Vuoi uscire con noi stasera?
– Volentieri!

– Vuoi venire con noi questa sera?
– Mi piacerebbe molto!

Viene dalla stessa radice latina – voluntas, che significa ‘libero arbitrio’ – che ci ha dato la parola inglese ‘voluntarily’, e proprio come quella parola, volentieri implica che stai facendo qualcosa per scelta, o ‘volentieri’.

L’ho fatto volentieri.
L’ho fatto volentieri.

Ma mentre in inglese essere ‘willing’ potrebbe significare solo che si è disposti a fare qualcosa, volentieri di solito indica che non solo sei d’accordo, ma ne sei anche felice.

Vado volentieri a piedi.
Sono felice di camminare.

Accetto volentieri il vostro invito.
Ho il piacere di accettare il vostro invito.

Dì “sì” abbastanza spesso e ti ritroverai a fare cose spesso e volentieri: letteralmente ‘spesso e volentieri’, è una frase informale che significa ‘molto spesso’.

E se sei assolutamente felice di dire di sì, puoi anche accettare volentierissimo, o ‘molto volentieri’. Così ora sai cosa rispondere la prossima volta che qualcuno ti chiede se hai voglia di un (altro) viaggio in Italia…

Hai una parola italiana preferita di cui vorresti parlare? Se sì, manda un’email alla nostra redattrice Jessica Phelan con il tuo suggerimento.