Immagine www.triesteallnews.it

05.10.2022 – 15.01 – Prima mostra PromoTurismoFVG a Trieste. La prima mostra dell’arte dei graffiti e degli scrittori a Trieste. E probabilmente uno dei più grandi show di Banksy in Italia. Iconico e iconoclasta, indescrivibile ma immediatamente accessibile, Banksy rimane, come avverte il titolo della mostra, un “grande comunicatore” la cui arte trascende i confini, capace di esprimere concetti difficili attraverso l’immediatezza dei graffiti. Un artista si trasferisce così a Trieste nello spazio “informale” ma “ufficiale” del Salone degli Incanti della Pescheria Nuova, sede di grandi mostre d’arte, a cominciare dall’ormai “leggendaria” mostra di Maurits Cornelis. Escher.
Il 25 novembre 2022 aprirà la mostra “The Great Banksy Exhibition – The Great Communicator Banksy – Unofficial Exhibition” che durerà fino al 10 aprile 2023. Lo spettacolo è diretto da Gianni Mercurio, presentato da Regione Friuli e Comune di Venezia Giulia. Trieste, sotto la supervisione di PromoTurismoFVG con Madeinart – la prima opera, finora.
Pertanto, sessanta opere furono incluse nel Salon. Si inizia con la prima parte dedicata al tema delle “radici” con opere dei movimenti artistici che Banksy cita sempre, dal situazionismo, maggio francese, graffiti (ovviamente!), alla cultura hip hop. New York. La sezione principale presenta un mix di riproduzioni di Banksy e opere originali, in particolare dal Regno Unito. Infine, la parte finale presenta i murales dell’artista nella loro collocazione originaria, con particolare riferimento alle incursioni nei musei nel mondo, dal MOMA al Louvre. Contenuto” include un’installazione multimediale. La Tate…
Il ruolo della rassegna “regionale” in cui PromoTurismoFVG è direttamente coinvolta è stato in precedenza limitato ai ruoli di supporto, il che è evidente anche nel sostegno alle famiglie. Ai più piccoli, infatti, vengono offerti corsi speciali e attività educative: ad esempio, con “Io con il palloncino”, i bambini dai 6 ai 10 anni daranno vita agli iconici graffiti di Banksy. Con i bambini dai 5 ai 10 anni “Sulle orme di Banksy” esplorano la mostra in un modo speciale, creando alla fine le “loro” opere d’arte. Con “Graffiti for Life”, sempre tra i 5 ei 10 anni, potranno vivere una caccia al tesoro tra le opere esposte, interpretare messaggi nascosti e infine imparare la tecnica dello stencil.

Durante la presentazione della mostra, il curatore Gianni Mercurio ha “esploso” l’esperienza dietro la mostra milanese a più di 200.000 visitatori e ha ricordato l’autore di “Balloon Girl” Banksy con un intervento irriverente e misterioso. L’opera si autodistruggerà da remoto quando verrà messa all’asta.
Mercury ha elogiato la “città imperiale” di Trieste, che sperava avrebbe aggiunto più prestigio allo spettacolo, aggiungendo: “Speriamo di ripetere il successo di Milano”.
La mostra si basa sull'”alchimia speciale” di Banksy, “la contraddizione, la contraddizione principale”. In realtà è un “autore anonimo ma famoso”. “L’invisibilità è il più importante dei superpoteri”, ha osservato.
Il mercato dell’arte di Banksy appare schizofrenico, con gli acquirenti che mantengono la totale privacy e lo spettacolo all’asta è impressionante. Spiegato ma rovinato dalla speculazione. “È davvero difficile trovare manufatti”, ha affermato Mercury, riconoscendo le forti sfide che devono affrontare le dogane britanniche, in particolare nella fase post-Brexit, dove è inefficiente.
Oltre all’aspetto linguistico di “Roots” nello spettacolo, c’è un filo conduttore in “The Great Communicator”, originariamente un riferimento alla campagna mediatica del presidente Ronald Reagan, poi ripresa in modo controverso per Banks (era un vero comunicatore?). La mostra, infatti, “ridefinisce le sue opere con grandi doti comunicative” come “uomo d’arte e di performance”. “Banksy colpisce anche a Trieste” è l’ultima promessa.

Giorgio Rossi, assessore alla cultura e al turismo del comune di Trieste, ha ricordato come la mostra abbia rappresentato il compimento di uno “straordinario viaggio condiviso” iniziato con 40.000 visitatori attratti in due mesi. La nuova mostra di Banksy sarà “Icebreaker for Results”, un nuovo salto di qualità per Trieste.
Sergio Emidio Bini, assessore regionale alle attività produttive e al turismo, concorda con il suo omologo “comunale”, dicendo “abbiamo fortemente alzato l’asticella competitiva che il FVG può offrire”, riassumendo “stiamo giocando a un livello più alto”. Ultima partita”. Non a caso, secondo Bini, il Friuli Venezia Giulia è “una delle regioni più ambite dal punto di vista turistico”.
Giulia Massimiliano Federiga, presidente del Friuli Venezia, ha ricordato che il rapporto “nasce da una proposta personale”. Per Banksy è l’arte che veicola “messaggi controversi che possono raggiungere un vasto pubblico”. Secondo Federigan, ha un “potere di comunicazione pop duro ma sottile con contenuti pop”. Senza tralasciare il “grande valore turistico”. In questa occasione è stato nuovamente sottolineato che si tratta della prima mostra organizzata direttamente da PromoTurismoFVG.
Insomma, la zona occupa anche la piazza di Trieste.

[z.s.]

Visualizza le notizie ufficiali qui