La dichiarazione è arrivata dopo che Berlusconi, 85 anni, ha incontrato Matteo Salvini del partito anti-immigrati Lega e Giorgia Meloni dell’estrema destra Fratelli d’Italia.

Una dichiarazione congiunta del loro sedicente blocco di “centro-destra” ha detto che il presidente italiano rappresenta l’unità nazionale, sottolineando l’importanza di “autorità, equilibrio e prestigio internazionale”.

“I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi è la persona giusta per ricoprire l’alta carica in questa difficile situazione, con l’autorità e l’esperienza che il paese merita e che gli italiani si aspettano.”

Berlusconi è stato primo ministro per il suo partito di centro-destra Forza Italia tre volte tra il 1994 e il 2011.

I suoi sostenitori avevano già chiarito la sua ambizione di succedere a Sergio Mattarella, che si dimette da presidente dell’Italia dopo un mandato di sette anni il 3 febbraio.

Poco più di 1.000 senatori, deputati e rappresentanti regionali iniziano a scegliere il nuovo presidente con scrutini segreti a partire dal 24 gennaio, un processo che dovrebbe durare diversi giorni.

Anche il primo ministro Mario Draghi ha lasciato intendere che vuole il lavoro, senza fare alcuna dichiarazione formale.

Paracadutato da Mattarella un anno fa per prendere in mano un fragile governo di unità nazionale, Draghi, un ex banchiere centrale che non ha un suo partito, rischia di essere estromesso nelle elezioni del 2023.

Il presidente italiano svolge un ruolo ampiamente cerimoniale, ma esercita una significativa influenza politica, in particolare come arbitro in tempi di crisi.

Molti commentatori credono che Berlusconi non abbia alcuna possibilità. Ha sofferto una serie di problemi di salute negli ultimi anni e sta ancora combattendo un’azione legale per i suoi “Bunga Bunga”.

Tuttavia, ha fatto sapere che se Draghi diventa presidente, Forza Italia lascerà il governo.

Questo rischia di far crollare la coalizione, che comprende tutti i principali partiti italiani tranne quello della Meloni, e di provocare elezioni anticipate.

Il nuovo presidente deve ottenere almeno i due terzi dei voti nei primi tre turni, o la maggioranza assoluta in seguito.

L’Italia si è fortemente ripresa dalla recessione del 2020 causata dal coronavirus e si aspetta di ricevere nei prossimi anni quasi 200 miliardi di euro di fondi europei per la ripresa post-pandemia.

Tuttavia, le riforme richieste da Bruxelles devono ancora essere attuate.

VEDI ANCHE: Il Berlusconi italiano combattivo dopo i ricoveri in ospedale