Come parte dei suoi sforzi per rilanciare l’economia italiana colpita dal Covid e proteggere la salute dei suoi residenti più vulnerabili, il governo ha stanziato fondi per le città di tutto il paese per offrire servizi di trasporto privato sovvenzionati ai residenti.

L’idea è quella di fornire una spinta ai tassisti, che hanno subito perdite drammatiche al loro reddito negli ultimi 18 mesi, mentre si aumentano le opzioni di viaggio private per gli individui vulnerabili che possono essere a disagio utilizzando il trasporto pubblico.

LEGGI ANCHE: Dalla ristrutturazione di un immobile all’acquisto di una nuova auto: 28 ‘bonus’ fiscali che puoi richiedere al governo italiano

Il ‘buon viaggio(“buoni viaggio”) durerà almeno fino alla fine di quest’anno, quando l’attuale stato di emergenza è destinato a scadere, con la possibilità di una proroga se lo stato di emergenza viene esteso.

Con i finanziamenti del decreto di rilancio 2021 del governo e del decreto di sostegno per sostenere le imprese in difficoltà colpite dalla pandemia, i fondi sono stati erogati per la prima volta a marzo, ma finora solo alcune città hanno attuato schemi di sconto.

Roma, Milano, Firenze, Parma e Bologna sono tra quelle partecipanti.

Ogni consiglio comunale è responsabile dell’amministrazione del programma stesso, il che significa che ogni città ha una procedura diversa per i residenti per accedere ai fondi e regole diverse su chi è ammissibile.

Ecco come richiedere lo sconto a seconda di dove si vive:

Il governo italiano offre tariffe scontate per i taxi come parte dei suoi sforzi per il recupero di Covid. Foto: Gabriella Clare Marino/Unsplash

Roma

Roma ha messo insieme probabilmente il pacchetto più generoso di qualsiasi altra città, con tutte le donne adulte che hanno diritto a uno sconto del 50% sulle tariffe dei taxi – purché siano residenti in città.

Anche gli uomini sopra i 65 anni e i disabili sopra i 18 anni che non stanno già usando diversi servizi di trasporto sovvenzionati possono accedere allo sconto.

I residenti che vogliono approfittare dello schema devono andare sul sito buoniviaggioroma.romamobilita.it. Per iscriversi è necessario il numero dello SPID, della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o della Carta Regionale dei Servizi (CRS).

LEGGI ANCHE: La burocrazia italiana: Cos’è uno SPID e come si ottiene?

Il giorno in cui vuoi usare il voucher, dovrai scaricare un codice QR dal sito web. Dovrai assicurarti di prenotare un taxi o un autista di un’auto privata a noleggio che abbia aderito allo schema.

Quando il viaggio è finito, dovrai mostrare il tuo codice QR all’autista, che lo scansionerà per calcolare la tua tariffa scontata. Il pagamento deve essere effettuato con carta di debito o di credito (non in contanti).

Lo sconto ha un tetto massimo di 20€, quindi se la tua tariffa totale è di 50€, pagherai 30€; se costa 16€, pagherai 8€. Ogni residente può usare fino a due buoni al giorno, e accedere fino a 400€ di sconti al mese.

Un taxi a Milano.

Un taxi a Milano. Mikita Yo/Unsplash

Milano

Milano offre corse scontate a coloro che sono:

  • disabili, vulnerabili dal punto di vista medico o con mobilità ridotta
  • “appartenenti alle famiglie più esposte agli effetti economici” della pandemia
  • disoccupati o con un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) di 28.000 euro o inferiore

Per iscriversi, i residenti devono andare al ‘Milano Aiuta(Milano Aiuta) sezione del sito web del comune a questo indirizzo: www.comune.milano.it/web/milanoaiuta/buoni-viaggio-taxi-e-ncc e vai al link “Clicca qui per presentare la tua domanda”.

I richiedenti dovranno firmare un modulo di dichiarazione online che conferma che soddisfano i criteri per ricevere lo sconto, e la città dice che si riserva il diritto di effettuare controlli.

Il sito web del consiglio dice che c’è un tetto massimo di 200 euro per i buoni.

Lo sconto totale del 50% con un limite di 20 euro per viaggio rimane in vigore.

LEGGI ANCHE: Bonus terme in Italia: come puoi richiedere 200€ per una vacanza rilassante

Firenze

Firenze sta fornendo lo sconto sotto forma di veri e propri libretti di buoni, e una vasta gamma di persone sono ammissibili a fare domanda, vale a dire:

  • chiunque abbia più di 65 anni
  • persone con disabilità certificate o problemi medici
  • donne incinte
  • operatori sanitari e personale scolastico che hanno bisogno di trasporto da e per il lavoro
  • i disoccupati

Chi vuole richiedere un libretto deve andare sul portale buoniviaggio.055055.it, e avrà bisogno di uno SPID, CNS o CIE (Carta di identità elettronica) per iscriversi.

Una volta approvato, un libretto di 20 buoni da 5 euro per un totale di 100 euro sarà inviato a casa del richiedente. Un passeggero può utilizzare fino a quattro buoni per viaggio (quindi 20 euro in totale).

Non appena la prima richiesta è stata approvata, il richiedente può richiedere un secondo libretto di altri 20 buoni del valore di 100 euro.

LEGGI ANCHE: Bonus edilizio Italia: si può davvero richiedere il rimborso delle spese di ristrutturazione degli immobili?

Auto parcheggiate a Porta Maggiore a Bologna.

Auto parcheggiate a Porta Maggiore a Bologna. Petr Slováček/ Unsplash

Bologna

Bologna offre sconti a persone con disabilità o malattie o con mobilità ridotta, compresi gli anziani e le donne incinte; così come a coloro che sono stati colpiti finanziariamente dalla pandemia.

Per fare domanda, i residenti devono andare sul sito web o iscriversi tramite l’app Bologna Welfare.

Dovrebbero poi scaricare l’app ‘Roger’ della città, dove possono acquistare in anticipo viaggi con un valore totale di 40, 80 o 100 euro, pagando solo la metà del valore del viaggio (quindi 20 euro per un viaggio di 40 euro, 40 euro per un viaggio di 80 euro o 50 euro per un viaggio di 100 euro).

I passeggeri iscritti al sistema devono far sapere alla compagnia di taxi al momento della prenotazione che desiderano pagare tramite l’applicazione Roger.

Coloro che non vogliono usare l’app Roger possono inviare un’email al servizio di taxi con cui vogliono prenotare, allegando una copia della loro prova di iscrizione al programma, e trattare con la compagnia individualmente.

I buoni possono essere acquistati fino al 30 dicembre 2021 e utilizzati fino al 30 giugno 2022.

Parma

Parma offre lo schema ai residenti che sono:

  • hanno più di 75 anni
  • hanno disabilità medio-gravi o problemi di mobilità
  • sono incinta
  • hanno un ISEE inferiore a 28.000 euro, possono dimostrare di essere stati significativamente colpiti finanziariamente dalla pandemia e non hanno già ricevuto un sostegno finanziario sotto forma di “reddito di cittadinanza” o “reddito di emergenza”.

I richiedenti dovranno iscriversi con il loro SPID attraverso il seguente modulo sul sito del Comune di Parma.

I candidati prescelti hanno diritto a un massimo di 150 euro, con uno sconto del 50% sulle corse e un tetto massimo di 20 euro per viaggio. Riceveranno un codice QR via email, che potranno mostrare ai tassisti per ricevere lo sconto.

Come in altri casi, i passeggeri devono far sapere all’autista al momento della prenotazione che vogliono usufruire dello sconto.

Lo sconto può essere utilizzato fino al 31 dicembre 2021 per i residenti a Parma.