Quando sono arrivato a Roma era molto tardi, una domenica sera. Davanti a me c’era la pura anticipazione dei giorni a venire per esplorare questa città fenomenale. Sapevo che ci sarebbe stato da battere il marciapiede, il caldo e la folla, ma non potevo essere più eccitato. Leggermente esausto di energia dal viaggio, ho vagato in un tipico ristorante romano, senza grande pensiero, e ho ordinato il mio primo piatto di spaghetti o bucatini Cacio e Pepe. Non solo quella serata è stata trasformata, ma ha anche dato il tono a tutto il mio viaggio e si è fatta strada nella mia anima culinaria per tutta la vita! Vediamo l’autentica ricetta della Cacio e Pepe!

Cosa sono i bucatini Cacio e Pepe?

Cacio e Pepe si traduce letteralmente come “formaggio e pepe”. In questo caso, il formaggio è tradizionalmente il pecorino e il pepe è la varietà nera macinata. Questi due ingredienti si sposano insieme in una salsa che copre una ciotola piena di spaghetti.

Si tratta di un piatto straordinariamente semplice, con solo una piccola manciata di ingredienti. La magia sta nella tecnica. Condivido la mia ricetta di Cacio e Pepe, facile da padroneggiare.

La storia di Cacio e Pepe

Chiunque abbia mai mangiato spaghetti o bucatini Cacio e Pepe, figuriamoci a Roma, avrà una storia da condividere. È un piatto così semplice ma così delizioso che ne richiede uno. Ma come risultato, Cacio e Pepe è diventato il centro di molti battibecchi per quanto riguarda le sue origini e la sua vera ricetta.

Per me, un piatto così incredibile ed elegante non vale la pena di sbarazzarsi di una certa ostilità romana. Ma è affascinante immergersi nel motivo di tutto questo clamore.

Il primo argomento riguarda le origini. C’è una bella leggenda secondo cui la Cacio e Pepe è nata dai pastori di montagna, che potevano trasportare il formaggio, il pepe e la pasta secca senza rischiare che il cibo si rovinasse, avendo gli ingredienti necessari per montare un piatto energizzante, riscaldante e sostanzioso.

Tuttavia, la realtà è che gli storici del cibo hanno messo in discussione questo racconto romantico. Pensano che le origini di Cacio e Pepe siano simili a quelle di altri piatti di pasta italiani molto semplici, come l’amatriciana e la carbonara. Si ritiene che questi classici abbiano avuto origine più tardi – nelle fabbriche e nelle miniere, nelle zone intorno a Roma, nate dalla pressione del basso reddito, probabilmente intorno al 1800. Questo è quando la pasta è diventata popolare a Roma, arrivando dai porti di Venezia. Quindi sembra improbabile che i pastori rurali la portassero sulle montagne ben prima di allora, quando polenta e pane erano i loro pilastri amidacei!

Il secondo argomento riguarda le ricette. Forse proprio perché si tratta di una ricetta così semplice e così dipendente dalla sua tecnica, è inevitabile che il centro della disputa sia sugli ingredienti. In fondo, sono necessari solo tre ingredienti: formaggio, pepe nero e spaghetti. Maggiori dettagli su un’autentica ricetta di Cacio e Pepe!

  • Il formaggio in Cacio e Pepe – Pecorino

Il Pecorino, un antico formaggio di pecora, sembrerebbe essere il formaggio originale ed è favorito dai puristi oggi. Ha un sapore pungente. Come tale, alcune ricette ora usano il parmigiano, che è più cremoso e sottile. O usare un mix, scegliete voi.

Il pepe dovrebbe essere pepe nero appena spezzato in quantità abbondanti per dare un morso piccante.

  • La pasta – spaghetti o bucatini Cacio e Pepe

Io, insieme ai puristi, penso decisamente che gli spaghetti siano essenziali qui. Tuttavia, alcune ricette ora usano i bucatini (una specie di spaghetti spessi con il centro cavo).

Inoltre, si discute se includere il burro o l’olio, oltre all’acqua amidacea della pasta, quando si prepara la salsa. Personalmente, amo la ricchezza aggiunta di un po’ di burro, ma di nuovo, i puristi sosterranno che il burro non ha posto qui!

In definitiva, si sceglie l’equilibrio che funziona per creare la perfetta Cacio e Pepe per te.

Dove mangiare autentici bucatini Cacio e Pepe a Roma?

ricetta cacio e pepe

Ti esorto davvero a padroneggiare la ricetta di Cacio e Pepe da solo, scrollandosi di dosso qualsiasi pensiero su cosa dovresti o non dovresti fare per creare un piatto autentico. Ma in aggiunta, semplicemente non puoi battere l’esperienza di provare Cacio e Pepe a Roma. Sedersi in un ristorante di strada, con un bicchiere di bianco ghiacciato in mano, guardando la gente del posto e i turisti che si muovono in questa città straordinaria, e sentire il calore e l’abbraccio della Cacio e Pepe, è un’esperienza che non dimenticherete mai.

La buona notizia è che Cacio e Pepe è abbondantemente disponibile a Roma. Non ho bisogno di elencare i ristoranti qui perché puoi scommettere che è disponibile in ogni altro ristorante in cui passi. Tuttavia, Felice de Testaccio è tutto per la sua Cacio e Pepe tradizionale e offre un modo autentico per provare questo piatto classico. In alternativa, prova la Cacio e Pepe in una ciotola di parmigiano, al Ristorante Roma Sparita. Ecco la ricetta autentica della Cacio e Pepe.

Come fare la Cacio e Pepe ricetta italiana?

In mancanza di poter saltare su un volo per Roma per crogiolarsi nel Colosseo, Fontana di Trevi, Pantheon e sorseggiare un po’ di Cacio e Pepe, provate questa semplice ricetta di Cacio e Pepe.

Dosi per 4 persone

Cacio e Pepe ingredienti

  • 400g di bucatini/spaghetti
  • 4tsp pepe nero in grani, macinato
  • 100g di pecorino e/o parmigiano grattugiato finemente (io preferisco 75g di pecorino a 25g di parmigiano!)

Metodo

  1. Cuocere la pasta per 2 minuti in meno rispetto alle indicazioni standard. Aggiungete il pepe nero fresco in una casseruola e senza olio o altro, fatelo solo grigliare un po’. Poi, aggiungervi 2 cucchiai grandi dell’acqua della pasta.
  2. Scolare la pasta, conservando circa 400ml dell’acqua di cottura dell’amido. Nella tua casseruola, aggiungi gli spaghetti e metà dell’acqua. Mescolare. Poi cospargete il parmigiano, ma non mescolate. Lasciate che il calore della pasta appena cotta faccia sciogliere leggermente il formaggio, per circa 30 secondi, prima di mescolare il tutto. Se avete bisogno di aggiungere ancora un po’ d’acqua, potete farlo. Il vostro obiettivo è una salsa lucida e liscia.
  3. Servite in ciotole, aggiungete un altro generoso giro di pepe nero e accompagnate subito con un vino bianco laziale come il Falesco.

Il successo degli spaghetti, o bucatini Cacio e Pepe, dipende dalla padronanza della tecnica. Assicuratevi che il formaggio sia a temperatura ambiente quando iniziate e lasciate che l’acqua di cottura si raffreddi appena un po’ prima di iniziare l’alchimia. Puoi anche provare la nostra ricetta delle Orecchiette ai Broccoli. Spero che la nostra autentica ricetta di Cacio e Pepe ti sia piaciuta!

Buon appetito!

Un post di Jessie Moore di Vagabondaggi Tascabili