Le discussioni su un potenziale accordo a lungo termine tra il Regno Unito e l’Italia sono ancora in corso, ma la notizia dall’ambasciata britannica a Roma di una proroga di 12 mesi fornisce almeno ai titolari di patente britannica un ulteriore respiro.

La maggior parte degli altri paesi dell’UE hanno già annunciato accordi reciproci con il Regno Unito, permettendo lo scambio di patenti di guida senza la necessità di un test, ma non c’è ancora un accordo confermato con l’Italia.

Un portavoce del governo britannico ha detto mercoledì a The Local che i negoziati con il governo italiano stavano continuando sul diritto di ottenere una patente italiana senza la necessità di rifare un esame di guida.

Da quando la Gran Bretagna ha lasciato l’UE alla fine del 2020, ai titolari di patente britannica nel paese è stato concesso un periodo di grazia di 12 mesi in cui potevano continuare a utilizzare la loro patente britannica in Italia, che, prima della proroga, sarebbe dovuta terminare il 31 dicembre 2021.

I residenti in Italia con patenti britanniche erano stati inizialmente avvertiti che avrebbero potuto aver bisogno di fare immediatamente un esame di guida italiano.

Dopo il 31 dicembre 2022, e se non viene raggiunto un accordo di reciprocità a lungo termine, i residenti in Italia dovranno comunque sostenere un esame per cambiare la loro patente britannica con una italiana patente di guida (patente di guida).

Tra l’Italia e una ventina di paesi extracomunitari, tra cui Svizzera, Brasile, Filippine e Turchia, sono in vigore accordi di reciprocità delle patenti di guida (elenco completo qui), che permettono ai titolari di queste patenti di scambiare i loro permessi senza un esame

Continueremo a pubblicare aggiornamenti su questo tema non appena li avremo. Trovate i nostri ultimi aggiornamenti sulle notizie relative alla Brexit per i cittadini del Regno Unito in Italia qui.

Trovate maggiori informazioni nella sezione Living in Italy del sito del governo britannico.

LEGGI ANCHE: