Celebrare la Via Francigena: da Canterbury a Santa Maria di Leuca

La Via Francigena è nata come via di pellegrinaggio. Immaginate i fedeli con pesanti zaini. O i meravigliati che tirano i loro asini. La Via collegava paesi, persone e commerci. Era un percorso sicuro e accogliente. Qui la gente poteva trovare ospitalità, specialmente nei monasteri.

Recentemente, la Via Francigena ha guadagnato i riflettori. Le nuove generazioni di turisti stanno cercando di connettersi con la natura. Questi viaggiatori vogliono essere consapevoli e meditare. Cosa c’è di meglio di un’antica via di pellegrinaggio?

Strada per Roma 2021

È l’anniversario dell’Associazione Europea per le Vie Francigene, l’AEVF. Nasce nel 2021 con l’obiettivo di preservare il percorso. E di sensibilizzare l’opinione pubblica.

Ora coinvolge 189 enti locali e 64 organizzazioni no profit in tutti i paesi attraversati dalla Via. Infatti, i paesi sono Inghilterra, Francia, Svizzera e Italia.

Per celebrare il suo successo, AEVF ha deciso di organizzare “Road to Rome”. Ecco tutti i dettagli.

Strada per Roma, Via Francigena
Immagine via VieFrancigene.org

Cosa: questa è una corsa a staffetta.

Quando: inizia il 15 giugno 2021 e finisce il 18 ottobre 2021

Dove: partenza da Canterbury e arrivo a Santa Maria di Leuca

ComeI partecipanti possono partecipare sia a piedi che in bicicletta

Il bonus: attraversando Roma il 10 settembre

I dettagli praticiIl percorso è lungo 3.200 km, ovvero 1990 miglia. Comprende 148 fermate. Attraversa 630 comuni e 16 regioni.

I viandanti prendevano questa estensione della Via Francigena per raggiungere la Terra Santa. “Road to Rome” funziona veramente come una staffetta olimpica. I primi volontari che partiranno a giugno lasceranno il bordone (quasi come un bastone) per le persone successive. Ogni 20-30 km (12-20 miglia), i partecipanti cambiano.

Invece di passare la torcia, passano il bordone.

Patrimonio da proteggere

Chiunque può partecipare. I volontari possono guardare il calendario e decidere quale tappa vorrebbero intraprendere. Perché è importante? La Via Francigena è di per sé un patrimonio culturale. È un percorso antico, pieno di passi e di sudore.

Ma il percorso passa anche per un patrimonio storico e naturale che vale la pena proteggere. Gli obiettivi dell’iniziativa “Road to Rome” sono gli stessi dell’associazione AEVF. Questo evento può aumentare la consapevolezza, portare la Via a persone che non sapevano della sua esistenza. Inoltre, gli escursionisti e i ciclisti portano sostegno economico alle comunità locali. Alloggiano in bed and breakfast e mangiano nell’osteria del paese.

L’associazione incoraggia le comunità ad organizzare i propri eventi. È un modo per promuovere la loro offerta turistica, con un occhio al comfort dei volontari.

In effetti, “Road to Rome” è un’opportunità. Sia per la Via Francigena che per la gente del posto. È anche un’occasione per la gente di fare una passeggiata o di salire in sella. Non c’è modo migliore per scoprire un posto nuovo.