Il tempeh è uno di quei cibi che sarebbe impossibile perdere, soprattutto se stai cercando di migliorare la tua dieta e iniziare a mangiare sano.

Non solo è una di quelle amate opzioni vegane che funge da sana alternativa ad alcuni snack carnosi preferiti, ma può anche essere conservata come una gustosa sorpresa.

Questo cibo vegano ha le sue radici in Indonesia. Da allora, ha attraversato ed è diventato uno dei prodotti a base di soia più consumati.

Naturalmente, nonostante la sua crescente popolarità, ci sono ancora molte persone che non hanno familiarità con il tempeh. Inutile dire che è qualcosa a cui dobbiamo rimediare.

Tuttavia, le persone spesso si interrogano sulle loro opzioni di archiviazione a lungo termine quando si tratta di tempeh. Dopotutto, se conosci già le meraviglie del tempeh, vorrai sapere per quanto tempo puoi conservarlo.

Quindi puoi congelare il tempeh? Sì, puoi congelare il tempeh. Il congelamento è il modo migliore per conservarlo a lungo, ma deve essere fatto con attenzione per garantire che duri il più a lungo possibile. Puoi congelare il tempeh in un sacchetto o in un contenitore ermeticamente chiuso per un massimo di 6 mesi.

Fortunatamente, ti abbiamo coperto. Questa guida al congelamento del tempeh introdurrà tutto ciò che devi sapere sul tempeh.

Non solo esamineremo più da vicino il tempeh e il suo contenuto nutrizionale, ma esamineremo anche le procedure corrette per conservarlo e congelarlo.

Come conservare il tempeh

Quindi, prima di tutto, devi assicurarti di acquistare il tuo tempeh fresco. Questo ti darà molto spazio per elaborarlo correttamente e cucinarlo a tuo piacimento. Allo stesso tempo, acquistarlo fresco significherà che durerà più a lungo.

Poiché sono così incredibilmente saporiti e nutrienti, ha senso avere sempre il tempeh a portata di mano. Questo è il motivo per cui dovremo esaminare i diversi modi per migliorarne la longevità.

Di seguito sono riportati due suggerimenti cruciali da ricordare:

  • Condisci il tuo tempeh – Un altro modo utile per migliorare la longevità del tempeh è quello di condire con aglio e sale. Ricorda che funzionano come conservanti naturali e possono aiutare il tempeh a durare più a lungo del normale.
  • Conservalo in frigorifero – Posizionandolo in frigorifero, prolungherai efficacemente la durata di conservazione naturale del tempeh. Mantenerlo a temperatura ambiente è estremamente sconsigliabile e causerà solo vari problemi in seguito. Detto questo, assicurati di metterlo in un contenitore di plastica sicuro e chiuso prima di mettere il tempeh in frigorifero. Ciò dovrebbe durare almeno una settimana.

Naturalmente, puoi sempre congelare il tempeh per mantenerlo molto più a lungo.

Come congelare il tempeh

Ora, siamo arrivati ​​al nocciolo della questione (nessun gioco di parole): tempeh congelato. È una delle domande più frequenti su questo meraviglioso superfood vegano.

Fortunatamente, il tempeh è considerato un alimento sicuro per il congelatore. Infatti il ​​congelamento è il modo migliore per mantenerlo fresco per lunghi periodi.

Assicurati solo di seguire attentamente questi passaggi:

  1. Metti il ​​tempeh in un sacchetto per congelatore o in un contenitore sigillabile.
  2. Assicurati che sia ben imballato e che il contenitore non sia troppo pieno.
  3. Metti il ​​tempeh nel congelatore.

Una volta che il tempeh è stato conservato nel congelatore, puoi aspettarti che duri a lungo. Per essere più precisi, può durare fino a 6 mesi. In questo modo, puoi stare tranquillo sapendo che avrai sempre tempeh a portata di mano quando ne avrai bisogno.

Ecco qua, una guida facile per congelare il tempeh!

Ricorda, questo sostituto della carne vegano a base di soia è uno degli alimenti più sani in circolazione. Non solo è incredibilmente gustoso, ma è anche molto nutriente. Detto questo, assicurati di seguire i passaggi che abbiamo delineato per assicurarti di ottenere i migliori risultati.

Perché congelare il tempeh?

Ma prima di farla finita, c’è una domanda che dobbiamo prima affrontare: perché dovremmo voler congelare il tempeh? La risposta è tanto semplice quanto può essere: è un superfood da avere a portata di mano se vuoi davvero mangiare sano.

Tempeh va male?

Prima di rispondere direttamente a questa domanda, dobbiamo prima dare un’occhiata più da vicino a come viene prodotto il tempeh. Questo è importante. Dopotutto, il processo di produzione alla base del tempeh è senza dubbio uno dei principali fattori per cui le persone si pongono questa domanda in primo luogo.

Ora Tempeh è fatto da un blocco di semi di soia che è stato pressato e fermentato.

Per questo motivo, il tempeh è ovunque crivellato di muffa bianca; non ti preoccupare però, sono perfettamente sani e ti fanno bene.

Per essere più precisi, vale anche la pena notare che il processo di fermentazione è uno dei motivi per cui il tempeh ha così tanti probiotici.

Per chi non li conoscesse, i probiotici sono un tipo di fibra che aiuta a promuovere la crescita di batteri buoni nell’apparato digerente. Pertanto, mangiare regolarmente il tempeh aiuta a migliorare la digestione e l’assorbimento.

Allo stesso tempo, il processo di fermentazione conferisce anche al tempeh un sapore caratteristico. Come qualcuno che l’ha provato ti dirà senza dubbio, il sapore è molto simile a quello di un fungo.

Ciò significa che è incredibilmente terroso e saporito, con sentori di nocciola difficili da perdere. Oltre a questo, il tempeh ha anche una consistenza gommosa che è difficile da perdere.

Detto questo, uno degli errori più comuni che le persone fanno con il tempeh e altri cibi fermentati è che danno per scontato che non vadano mai a male.

Dopotutto, la fermentazione implica far crescere alcuni batteri e abbattere alcuni degli elementi alimentari. Tuttavia, ricorda che c’è un limite a tutto.

Quindi, per rispondere a questa domanda: sì, il tempeh può andare male. Certo, può essere difficile dirlo. Dopotutto, ci sono escrescenze che appaiono su tempeh che sono perfettamente accettabili.

Pertanto, potresti trovare più difficile identificare i segni di deterioramento, soprattutto se non sai cosa stai cercando.

Come capire se il tempeh è andato a male:

Fortunatamente, siamo qui per aiutarti, di seguito sono elencate alcune delle cose da cercare nel tuo tempeh:

  • Odori strani: questo dovrebbe essere ovvio, ma dobbiamo affermarlo qui. Il tempeh non dovrebbe avere odori strani. Se senti un odore forte e aspro che emana da esso, allora è probabilmente il momento di sbarazzartene.
  • Scolorimento – Un altro modo efficace per cercare segni di deterioramento è cercare eventuali cambiamenti nel colore del tuo tempeh. Naturalmente, questo è più facile a dirsi che a farsi, poiché di solito si trovano macchie grigie sulla sua superficie. Invece, concentra i tuoi sforzi sui fagioli. Se i fagioli bianchi si sono improvvisamente scuriti, molto probabilmente stai guardando il tempeh rovinato.
  • Cambiamenti di consistenza: un buon tempeh deve essere sodo al tatto. Sii consapevole della sua consistenza, poiché qualsiasi cambiamento può essere un segno di deterioramento. Se è diventato molliccio, molto probabilmente il tempeh è andato a male.
  • Liquidi viscosi – Se il tempeh ha della melma, assicurati di buttarlo via subito. Nella maggior parte dei casi, questo liquido viscoso sarà anche putrido e rancido, quindi non dovresti avere problemi a notarlo.

Assicurati di ricordarlo e controlla sempre il tuo tempeh per segni di deterioramento.

Allo stesso tempo, ricordati sempre di controllare la data di scadenza sul tuo tempeh. Dopotutto, l’ultima cosa che vuoi è mangiarne un po’ dopo che si sono girati. Questo lo renderà sicuramente una brutta esperienza.

Contenuto nutrizionale di Tempeh

Come abbiamo detto prima, il tempeh è super salutare e questo è un altro motivo per cui probabilmente vorrai averne un sacco a portata di mano.

Inutile dire che se vuoi vivere una vita sana, vorrai un facile accesso a cibi incredibilmente nutrienti e gustosi come il tempeh. Congelando il tempeh, sarai in grado di fare proprio questo, poiché è ricco di sostanze nutritive e minerali.

Detto questo, ecco una tabella dei benefici nutrizionali che puoi aspettarti da una porzione di tempeh da 100 grammi:

Contenuto nutrizionale del tempeh, per porzione da 100 g

Nutrienti/minerali

Importo

Totalmente grasso

11 g

Colesterolo

0 milligrammi

carboidrati

9 grammi

Sodio

9 milligrammi

Potassio

412 milligrammi

Proteina

19 g

Calcio

11% IDR*

Ferro da stiro

15% IDR

vitamina B-6

10% IDR

Magnesio

20% IDR

Niacina:

12% IDR

riboflavina

18% IDR

Partita

21% IDR

Manganese

54% IDR

cobalamina

1% di ROI

calorie

193

*RDI = Assunzione Giornaliera Raccomandata

Come mostra la tabella sopra, il tempeh è incredibilmente nutriente. Il suo impressionante profilo nutritivo mostra chiaramente quanto sia denso: contiene alti livelli di proteine, vitamine e minerali.

In effetti, tra tutte le alternative di carne vegane, il tempeh ha dimostrato di avere il più alto contenuto proteico. Allo stesso tempo, è anche incredibilmente impressionante quanto poco sodio contenga.

Inoltre, il tempeh è incredibilmente povero di carboidrati e calorie, fornendo allo stesso tempo un’ottima fonte di calcio. Ha circa 2/3 del calcio che puoi trovare in una tazza di latte intero.

Inutile dire che il tempeh è qualcosa che vorrai avere sempre a casa tua.

Ecco perché dovresti considerare seriamente di metterli nel congelatore. Dopotutto, non è mai troppo tardi per cambiare la tua dieta. Il congelamento del tempeh è un passo nella giusta direzione.

Successivo: Il seitan può essere congelato? – La guida definitiva