Quanto dura il riso? Con il riso bianco che dura almeno 4-5 anni, o anche di più se sigillato sotto vuoto, sono elencati anche altri tipi di riso e le condizioni sono descritte nella nostra tabella. La durata di conservazione del riso è influenzata da una serie di fattori, come il tipo di riso, se viene cotto o meno, il suo imballaggio e come viene conservato.

Il riso è l’alimento di base più importante per gran parte della popolazione mondiale e fornisce più di un quinto delle calorie consumate in tutto il mondo dalla specie umana.

Come la pasta, il riso è disponibile in diversi tipi (bianco, integrale, selvatico, a chicco corto, a chicco lungo, ecc.) ed è spesso mescolato con spezie. Grazie al suo costo relativamente basso, all’alta densità calorica, alla lunga durata di conservazione e alle forti qualità nutrizionali, non sorprende che sia apprezzato da miliardi di persone ogni giorno. Tuttavia, non tutto il riso viene creato uguale. Allora, quanto dura il riso bianco, integrale o selvatico?

  • Il riso bianco lucido, se sigillato in un contenitore privo di ossigeno a 4°C o meno, può essere conservato fino a 30 anni. Naturalmente, tutti gli alimenti durano meno tempo se non sono conservati correttamente. Ma ricordate che il riso bianco e quello integrale, come molti altri cereali, hanno generalmente una data di scadenza e non una data di scadenza. Per questo motivo, è possibile utilizzarlo in modo sicuro oltre la data di scadenza.
Crudo Dispensa Frigorifero Congelatore
  Scadenza Scadenza Scadenza
Riso bianco 4-5 anni
Riso parboiled 25-30 anni 30 anni
Riso marrone 6-8 mesi 8-12 mesi
Riso selvatico 6-8 mesi
Riso istantaneo 4-5 anni
Cotto Dispensa Frigorifero Congelatore
Riso bianco 5-7 giorni 6-8 mesi
Riso marrone 4-5 giorni 6-8 mesi
Riso selvatico 5-7 giorni 6-8 mesi

Come si fa a sapere se il riso è cattivo, marcio o viziato?

La pratica di adeguate tecniche di igiene e sicurezza alimentare aiuterà a prevenire le malattie di origine alimentare.

Poiché il riso ha una durata di conservazione indefinita se tenuto asciutto, è difficile dire se è andato a male. Una cosa di cui bisogna essere consapevoli è la presenza del Rice Weevil, un piccolo insetto di colore bruno-rossastro. Se vedete che questi si muovono sul vostro prodotto, dovreste scartare l’intero contenitore e disinfettare il contenitore e gli scaffali circostanti.

D’altra parte, il riso integrale scaduto è più facile da rilevare. Il riso integrale può diventare oleoso ed emettere un odore di muffa a causa dei suoi acidi grassi essenziali che sono rovinati dall’ossidazione.

Il riso cotto che si è rovinato mostrerà una perdita di consistenza man mano che si indurisce e quindi potrebbe sviluppare muffe.

Se il vostro riso si è rovinato e avete bisogno di un sostituto veloce, consultate la nostra pagina sui sostituti del riso.

Naturalmente, ci sono alcuni rischi per la salute associati ai cibi viziati, quindi ricordatevi sempre di praticare la sicurezza alimentare e di godervi il vostro cibo prima che la sua durata di conservazione sia scaduta.

Come conservare e conservare il riso per prolungarne la durata di conservazione?

Il modo migliore per conservarlo è in un contenitore a tenuta d’aria nella dispensa o in un altro luogo fresco e buio a temperatura costante. Una volta preparato, deve essere refrigerato in un contenitore a tenuta d’aria per evitare umidità e altri contaminanti. Non lasciare che il cibo cotto rimanga a temperatura ambiente per un periodo prolungato, due ore è il massimo per una corretta sicurezza alimentare.

Per un’opzione a lungo termine, è possibile congelare il riso secco conservandone il sapore se si utilizza un contenitore congelatore a prova di ossigeno (l’ossigeno è la fonte di ustioni alimentari). Il riso cotto può anche essere congelato, ma questo è sconsigliato perché molto probabilmente diventerà morbido quando sarà riscaldato.

Fatti interessanti sul riso:

  • Il riso integrale è un chicco intero naturale senza la sola lolla, quindi il grasso tra gli strati rimanenti lo fa guastare più facilmente del riso bianco, che è stato macinato e privato di tutti gli strati e di tutte le sostanze nutritive. Il riso fortificato ha alcune delle sostanze nutritive restituite chimicamente, ma il riso integrale trattiene naturalmente quasi tutte le sostanze nutritive. Il riso integrale è anche più gommoso e ha un sapore più gommoso a causa di questi strati naturali.
  • Grazie al suo basso contenuto di umidità, il riso bianco può essere conservato quasi all’infinito. Questo prolungamento della vita è un grande vantaggio nei paesi sottosviluppati, a causa della scarsità di cibo.