Skip to content
Il Megafono Quotidiano

Quanto dura il pesce?

Quanto dura il pesce

Pesce – quanto dura il pesce? La durata di conservazione del pesce dipende da diversi fattori, come la data di vendita, il metodo di preparazione e il modo in cui il pesce è stato conservato. Per la sua abbondanza, i benefici dimostrati per la salute e la concentrazione di proteine, il pesce è un ottimo piatto principale. Il pesce contiene acidi grassi omega-3 (noti anche come colesterolo buono), che hanno dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiache e di aiutare con molti altri problemi di salute.

Allora, quanto dura il pesce? Se conservato correttamente, la durata di conservazione del pesce oltre la data di vendita è di circa ..

  Dispensa Frigorifero / Frigorifero Congelatore
  Scaduto Scaduto Scaduto
Salmone 1-2 giorni 6-9 mesi
Cod 1-2 giorni 6-9 mesi
Ippoglosso 1-2 giorni 6-9 mesi
Tilapia 1-2 giorni 6-9 mesi
Catfish 1-2 giorni 6-9 mesi
Pesce cotto 5-6 giorni 6-9 mesi
Tonno in scatola 5-7 giorni
Sardine 2-5 anni 5-7 giorni

Naturalmente, il pesce durerà meno tempo se non viene conservato correttamente. Ma ricordate che il pesce, come molte altre proteine, di solito ha un uso per data e non una data di scadenza. Grazie a questa distinzione, è possibile utilizzare il pesce in modo sicuro anche dopo la data di scadenza. Se il pesce fresco ha una data di scadenza, si raccomanda di cuocerlo o congelarlo entro tale data.

Il pesce commercialmente congelato, se conservato congelato, può essere conservato in modo sicuro per 10-12 mesi.

Come si fa a sapere se il pesce è cattivo, marcio o viziato?

La pratica di adeguate tecniche di igiene e sicurezza alimentare aiuterà a prevenire le malattie di origine alimentare.

Anche se non è un test perfetto, i sensi sono di solito gli strumenti più affidabili per sapere se il pesce è andato a male. Alcune caratteristiche comuni dei pesci cattivi sono la carne viscida e lattiginosa (un rivestimento spesso e scivoloso) e l’odore di pesce. Questo è difficile perché i pesci sono odorosi e viscidi per natura, ma questi tratti diventano molto più pronunciati quando il pesce è viziato.

I filetti freschi dovrebbero brillare come se fossero usciti dall’acqua.

Annusa il pesce. Dovrebbe avere l’odore dell’oceano, ma non di pesce, se è fresco.

Se il pesce contiene una linea di sangue (una striscia di muscolo sanguinante che attraversa il centro di molti pesci) dovrebbe essere rossa, non marrone.

Se il pesce è intero, gli occhi devono essere chiari e le squame devono essere intatte.

Si consiglia di utilizzare pesce fresco entro 36 ore dall’acquisto.

Ci sono, naturalmente, alcuni rischi per la salute associati al cibo viziato, quindi ricordatevi sempre di praticare la sicurezza alimentare e di godervi il vostro cibo prima che la sua durata di conservazione sia scaduta!

Come conservare il pesce per prolungarne la durata di conservazione?

Potete contribuire a mantenere il pesce fresco più a lungo conservandolo nella parte più fredda del vostro frigorifero subito dopo l’uso. Una volta preparato, il pesce deve essere conservato in un contenitore ben chiuso per evitare l’umidità e altri contaminanti. Tutti i pesci devono essere costantemente refrigerati o conservati in ghiaccio.

Per un’opzione a lungo termine, è possibile congelare il pesce conservandone il sapore se si utilizza un contenitore a prova di congelamento.
Prendete in considerazione l’acquisto di pesce surgelato, perché di solito è più fresco e più conveniente di quello che si trova al banco dei frutti di mare del supermercato.

Alcuni dei benefici di una corretta conservazione degli alimenti includono un’alimentazione più sana, una riduzione dei costi alimentari e un aiuto all’ambiente evitando gli sprechi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *