Skip to content
Il Megafono Quotidiano

Le vacanze in Sicilia potrebbero essere più economiche del previsto quest’estate

Quest’estate, vacanze in Sicilia potrebbe essere un po’ più facile da portare nel portafoglio di quanto ci aspettiamo. Il consiglio comunale della regione offre sconti e offerte per attirare più turisti sull’isola, dopo due mesi di isolamento e settimane di limitazioni di viaggio hanno profondamente influenzato il turismo.

Le ripercussioni negative sul turismo, infatti, si registrano in tutto il Paese: a marzo i profitti sono diminuiti del 95%, con gli esperti che prevedono una perdita totale per l’anno 2020 di circa 22 miliardi di dollari. Un dato davvero drammatico per un Paese in cui l’industria turistica è stata soprannominata il petrolio d’Italia, l’olio italiano, come scritto da Marzio Bartoloni di Il Sole 24 Ore.

https://www.lifeinitaly.com/
Taormina, Sicilia (Immagine di kirkandmimi da Pixabay)

Regione Sicilia promuoverà vacanze in Sicilia investendo circa 82 milioni di USD nel turismo, con particolare attenzione all’alloggio, al patrimonio culturale e al patrimonio artistico. Direttore regionale per il turismo Manlio Messina piani presentati da offrire Notti gratuite (uno per un viaggio di tre giorni e due per un soggiorno di una settimana) ai viaggiatori, così come sconti e buoni per attività culturali.

La Sicilia è una delle mete italiane preferite dalla gente, grazie al suo fantastico mix di bellezze naturali, cultura e ottima cucina. È stata anche una delle zone meno colpite da Covid-19, con 3.447 casi in totale, a partire dal 4 giugno, e nessuna infezione registrata negli ultimi giorni.

All’inizio dell’emergenza, la regione ha attuato un rigoroso protocollo di controllo delle frontiere, secondo le direttive del Governatore Nello Musumeci.

Il progetto siciliano si inserisce nel più ampio desiderio nazionale di tornare alla normalità e di accogliere nuovamente sulle nostre coste viaggiatori e visitatori provenienti da tutto il mondo. Non è però un compito semplice, in questi tempi, come rileva la Dario Franceschini, Ministro del turismo italiano, che ha dichiarato Il Guardiano: “Bisogna adottare il giusto equilibrio tra la salvaguardia della salute e la ripresa della vita economica e sociale. Deve essere fatto con la massima cura. Ci stiamo muovendo un passo alla volta”.

Nel frattempo, tutti noi speriamo di sapere di più sui vantaggi che potremmo ottenere se decidessimo di fare le nostre vacanze in Sicilia quest’anno. L’Italia ha aperto le frontiere ai Paesi dell’UE e di Schengen il 3 giugno, mentre non esiste ancora una data stabile per l’apertura ad altri Paesi, compresi gli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *