Il prezzo che i consumatori in Italia pagano per il gas e l’elettricità è aumentato negli ultimi sei trimestri consecutivi, lasciando le famiglie e le imprese di fronte a bollette energetiche record.

Con l’impennata del prezzo del gas nel mese di marzo a causa dell’impatto della guerra in Ucraina, l’ipotesi comune è che i prezzi dell’energia per le famiglie siano destinati a salire ulteriormente quando le tariffe del prossimo trimestre entreranno in vigore il 1° aprile.

LEGGI ANCHE: Chi può richiedere uno sconto sulle bollette energetiche in Italia?

Ma non è ancora certo di quanto – o anche se – le nostre bollette saranno ulteriormente aumentate il mese prossimo.

Il regolatore energetico italiano Arera deve ancora pubblicare le nuove tariffe per aprile-giugno.

Mentre l’ente energetico sta analizzando l’andamento del gas e dell’elettricità per adeguare i suoi prezzi per il secondo trimestre del 2022, le tariffe sono state ampiamente previste per aumentare ancora una volta nel mese di aprile.

Aumenti del 25% per l’elettricità e del 2% per il gas naturale sono probabili, secondo Nomisma Energia.

Mentre i prezzi del gas dovrebbero rimanere quasi “stazionari”, l’autorità energetica ha sottolineato che le nuove tariffe per l’elettricità sono “incerte” e “dipenderanno dall’andamento dei prezzi nei prossimi giorni”.

LEGGI ANCHE: Aumento dei prezzi dell’energia: Come risparmiare sulle bollette in Italia

Nomisma prevede che i prezzi del gas arriveranno a circa 80 euro per megawattora, il che è “in linea con quello dell’ultimo adeguamento”.

Tuttavia, alcuni rapporti suggeriscono il contrario. Il quotidiano La Repubblica ha riportato questa settimana che le tariffe potrebbero, in effetti, essere riviste leggermente al ribasso.

Questo sarebbe una gradita pausa dalla traiettoria ascendente – anche se sarebbe ancora improbabile compensare l’enorme aumento di gennaio del 55% per l’elettricità e del 40% per il gas.

Oltre ai miliardi di euro di finanziamenti precedenti da parte del governo italiano volti a mantenere le bollette sotto controllo, l’Italia offrirà nuovi sconti sulle bollette energetiche delle famiglie secondo uno schema aggiornato annunciato la scorsa settimana.

Nell’ambito di un nuovo “bonus sociale per l’elettricità e il gas”, il sostegno è stato esteso a più famiglie dal 1° aprile fino al 31 dicembre 2022.

La misura fa parte di un pacchetto più ampio del valore di 4,4 miliardi di euro per contenere l’impatto economico della guerra sull’Italia, compresa una riduzione temporanea dei prezzi del carburante per gli automobilisti – che il governo dice sarà finanziata da una tassa una tantum sui “profitti extra” delle compagnie energetiche quest’anno.

LEGGI ANCHE: “L’impatto è zero”: I giganti dell’energia non sono preoccupati dalla tassa italiana sui profitti

Centinaia di migliaia di famiglie in più possono ora richiedere lo sconto sulle bollette, poiché sarà disponibile per coloro che hanno un ISEE fino a 12.000 euro – un aumento della cifra precedente di circa 8.000 euro.

L’entità dei nuovi sconti deve ancora essere confermata, ma tra gennaio e marzo di quest’anno lo schema ha fatto risparmiare alle famiglie idonee tra 165 e 800 euro.