“Dopo 84 giorni da quando è stato rimosso illegalmente dalla sua casa, Eitan tornerà ora alla sua vita di routine… ai suoi amici nel quartiere e a scuola, alla comunità dove è cresciuto e al suo amato gatto Oliver”, ha detto all’AFP il portavoce Eitay Har-Or.

La partenza del bambino per l’Italia arriva dopo una lotta durata mesi tra il nonno materno Shmulik Peleg, che vive in Israele, e la zia paterna che vive nel nord Italia, in seguito all’incidente di maggio in cui sono rimasti uccisi i genitori e il fratello di Eitan.

LEGGI ANCHE:

In ottobre, Shmulik Peleg ha portato suo nipote dall’Italia alla Svizzera e poi ha volato con lui in Israele su un jet privato, provocando un’indagine di rapimento italiana e un interrogatorio della polizia israeliana.

Il 25 ottobre, un tribunale familiare israeliano ha stabilito che il ragazzo fosse restituito alla sua famiglia in Italia, e il nonno ha perso un appello contro la decisione il 12 novembre.

La corte suprema d’Israele ha confermato la sentenza lunedì. L’incidente nella regione Piemonte ha ucciso 14 persone ed è stato uno degli incidenti più gravi in Italia.
peggiori in oltre due decenni.