Quando il vaccino AstraZeneca, comunemente chiamato anche vaccino Oxford, fu approvato dall’UE, diversi paesi come Francia, Germania e Italia dissero che non doveva essere somministrato agli anziani, affermando che mancavano dati sufficienti sulla sua efficacia.

Ora, però, un nuovo studio scozzese ha dimostrato una significativa diminuzione del rischio di una grave malattia da Covid-19 in tutte le fasce d’età dopo l’inoculazione, compresi gli over 65.

Il 23 febbraio, il ministero della salute italiano ha pubblicato una circolare per dire che il vaccino può essere usato su tutti i soggetti tra i 18 e i 65 anni, ad eccezione delle persone “estremamente vulnerabili”.

LEGGI ANCHE: L’Italia approva il vaccino di AstraZeneca per gli adulti fino a 65 anni

La decisione finale se il vaccino sarà approvato per gli over 65, tuttavia, spetterà all’agenzia italiana dei medicinali AIFA che ha detto: “la posizione potrebbe essere rivista se nuovi dati lo permetteranno”.

Questa settimana, la commissione vaccini della Germania ha anche riconsiderato e sta ora raccomandando il vaccino AstraZeneca/Oxford Covid-19 per le persone di età superiore ai 65 anni.

Il cancelliere Angela Merkel ha detto mercoledì 3 marzo che la commissione avrebbe cambiato la sua posizione sul vaccino AstraZeneca.

In Francia, il ministro della salute Olivier Véran ha anche annunciato lunedì 1 marzo che le persone di età compresa tra 65 e 74 anni con una condizione di salute sottostante possono ora accedere al vaccino AstraZeneca attraverso il loro GP registrato.

Speranza ha anche suggerito di creare uno speciale “fondo di solidarietà” per il vaccino, risparmiando l’1-2% delle dosi fornite, per le aree in cui il virus si sta diffondendo particolarmente velocemente, in parte a causa dell’arrivo di nuove varianti.

LEGGI ANCHE: L’Italia considera di dare una singola dose di vaccino alle persone che hanno avuto il Covid-19