Controfigure di qualcun altro, o di noi stessi - Gabriele Ottaviani da Convenzionali*